Wave Market - Mercatino creativo ad Ostia

Blog

Empty Cup

 
1.png

Per noi di Wave, ogni volto incontrato sulla nostra strada è importante. E ancora di più lo è la storia che si nasconde dietro ogni volto. È sufficiente predisporsi all'ascolto ed essere pronti ad accogliere qualcosa di nuovo per far sì che le parole di chi abbiamo di fronte fluiscano e ci travolgano...come un'onda. 

Perché ogni racconto può essere fonte di ispirazione, può essere l'esempio di cui avevamo bisogno. Ogni storia è fonte ricchezza.

Dopo aver incontrato Daniele, noi ci siamo sentiti così: più ricchi. Su di lui ci sarebbero tantissime storie da raccontare.
Daniele lavora come barman, ma si sente un Peace Builder. Ha sempre avuto il pallino dell'arte. Da tempo si dedica a sperimentare tecniche di pittura e di lavorazione del legno. A giudicare dalla quantità di creazioni nel suo rifugio, ci sembra difficile credere che sia solo un hobby. Oltre ad essere bravo, Daniele è superproduttivo! Quando gli abbiamo chiesto perché avesse scelto “Empty Cup” come nome del suo brand, ci ha raccontato una piccola leggenda della cultura orientale. Versando del tè, un maestro spiegò al suo allievo che una tazza piena non è pronta ad accogliere nulla di nuovo. Allo stesso modo noi, quando siamo troppo pieni delle nostre convinzioni, dei nostri pregiudizi e delle nostre credenze, non abbiamo spazio per altro.
Invece, se si vive come tazze vuote, si è pronti a ricevere l'incognito e il diverso senza paura, con occhi sempre nuovi. Questo è Daniele, e questo è lo spirito di Wave.

Pagina Facebook